Scrivere poesia: a scuola?

Scrivere poesia: a scuola?

Fino al 2 aprile 2022 resterà esposta ad Imola, presso la biblioteca Casa Piani, Sulla punta delle cose. Una mostra di risvegli poetici dedicata alla scrittura poetica, in generale, e alle opere di Silvia Vecchini, in particolare. Un’esperienza unica nel suo genere, come emerge dall’articolo in cui Silvia ne racconta genesi e realizzazione. Uscito di recente sul blog della casa editrice Topipittori, lo richiamiamo anche qui, su gentile concessione dell’autrice, perché vi abbiamo riconosciuto i pilastri del laboratorio di lettura e scrittura, nella fase di immersione nei testi ed attivazione di semi di scrittura. 

Ho avuto la fortuna di accompagnare alcuni studenti e studentesse a visitarla e fruirne insieme. Silvia sottolinea che il WRW “porta la scrittura e le parole al centro del processo di apprendimento e della costruzione dell’identità personale degli studenti”. In effetti è la finalità più alta che ci poniamo, e con questo breve prologo al suo articolo intendo ricostruire le tappe che ci hanno portato a considerare la poesia un genere fondamentale per raggiungerla. 

Prima di incontrare il WRW, avevo ormai rinunciato alla lettura di poesia a scuola: l’unica attività che sapevo proporre era una mera caccia alla figura retorica che toglieva ogni bellezza ai testi. Era ciò che mi era stato insegnato, d’altronde. A farla scrivere non pensavo nemmeno. Da qualche anno, ha tutto un altro significato nella mia didattica, ed ha risvegliato anche la mia esperienza come lettrice. Un docente non dovrebbe mai smettere di formarsi…

Fondamentale per la crescita del mio rapporto con questo genere è stato l’incontro con Alessia Napolitano (1). Mi presentò le raccolte di Vecchini, Pozzi, Quarenghi, Carminati, libri piccini e accattivanti che teneva ben in vista e di cui parlava anche ai genitori che chiedevano consigli. Proprio nella sua libreria, alcune di noi hanno colto l’opportunità di sperimentare un’intera giornata laboratoriale con Silvia Vecchini. Era maggio 2017. 

Progressivamente, e confrontandoci come gruppo, abbiamo ampliato il corpus di attività laboratoriali sulla poesia. Dalla sfida di poesia di Linda Rief, (riproposta nel cap. 3 di Scrittori si diventa come attività di lancio del laboratorio di scrittura) abbiamo poi introdotto l’idea di Nancie Atwell di offrire tante opportunità di conoscere poesia, per farne un patrimonio di tutti e tutte. 

Sulle pagine di questo stesso blog, da ben tre annate, dedichiamo gli articoli del mese di ottobre esclusivamente al racconto di attività in classe, strategie, unità di lavoro sulla scrittura in poesia, e il presente link vi propone tutti insieme questi contributi, nonché una nutrita bibliografia (anche in italiano!). Segnalo in particolare, la sequenza di lezioni del Summer camp 2018 di Jennifer Serravallo (tradotte e commentate da Silvia Pognante), che ci guidò a strutturare un’unità di lavoro completa.

Ormai la poesia non può mancare nella nostra programmazione. È quasi tradizione che ogni classe prima accolga sbuffando l’annuncio che faremo poesia, lamentandosi che fa schifo e annoia. Io sorrido senza farmi vedere, ultimamente la mascherina aiuta. So bene, infatti, che nel giro di pochi giorni saranno del parere opposto, stupiti di avere tante idee e di non vergognarsi di mostrare le bozze di poesie a compagni e compagne. Momento magico quello sbuffare: quando arriveranno innamorati già della poesia, mi mancherà perché non vivrò più il privilegio di averli portati per prima oltre quella soglia!

Qualche anno fa ho sperimentato con soddisfazione anche i centri di poesia proposti da Georgia Heard (2). Li ho ritrovati nella mostra di Silvia Vecchini, e il suo articolo ci spiega come funziona il laboratorio con diversi stimoli sensoriali e non solo.

Buona lettura.

Sulla punta delle cose. Una mostra di risvegli poetici

1) Esperta di letteratura per l’infanzia e formatrice, come spiega il suo blog: https://www.radicelabirinto.it/il-blog-di-alessia/

2) G. Heard, Awakening the Heart: Exploring Poetry in Elementary and Middle School

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.