I simboli si ripetono

I simboli si ripetono

Serravallo’s Summer Reading Camp 2019

Giorno 5

Strategia 7.19 di The Reading Strategies Book “I simboli si ripetono”

Oggi rifletteremo su TEMI e IDEE, e vi insegnerò la strategia 7.19: i simboli si ripetono.

Per avere maggiori informazioni su “Temi e Idee” nei libri che i vostri studenti stanno leggendo, e per sapere quali risposte aspettarsi da loro, consultare “Understanding Texts and Readers”.

Ciao  a tutte e a tutti.
Questo è l’ultimo giorno della nostra scuola estiva sulla lettura, ma spero che alla fine di questa settimana voi continuiate a leggere, per il resto dell’estate e  durante l’anno scolastico, ogni volta che riuscite a trovare un po’ di tempo e se avete il vostro Reading Strategies Book, potete scegliere una qualsiasi strategia per provarla per conto vostro. Spero che abbiate capito che se la provate prima voi la strategia, è più facile fare degli esempi da cui partire, è più facile spiegare il vostro stesso processo e come funziona per voi quando vi trovate di fronte ai vostri bambini.

E’ difficile salutarci ma non si tratta di un addio, perché in realtà siamo tutti parte di questo gruppo fb, quindi continuiamo a scrivere, a condividere dubbi idee e così via. 
Voglio darvi anche il mio indirizzo in twitter: 
@jserravallo
oppure potete seguire il mio editore 
@Heinemnn Pub
Sono da poco anche in Instagram
@jenniferserravallo
@heinemannpub

E poi c’è il mio sito, jenniferserravallo.com dove potete trovare tantissimo materiale e link che potete utilizzare. C’è anche un modulo dove potete contattarmi magari per invitarmi alla vostra scuola.

Oggi dopo aver parlato di “trama e ambientazione”, “personaggi”, “vocabolario e linguaggio figurato”, parleremo di qualcosa che ha a che fare con “Temi e Idee” (Questa scansione si trova nel risguardo di copertina del Reading Strategies Book). 

Non è stato facile scegliere quale strategia presentarvi, perché avrei voluto parlarvi del TEMA della storia completa, ma dai vostri commenti ho capito che non tutte voi avete finito di leggere il vostro libro, quindi ho deciso di parlarvi del SIMBOLISMO. 

In Understanding Texts and Readers, a pagina 108 e 109, questa “sotto-abilità” definita come “Interpretare un simbolo considerando il contesto della storia e spiegare poi il suo significato” l’ho inserita nel livello R1. Sicuramente ci sono simboli anche in libri di livelli più bassi, ma è qui che i simboli assumono un ruolo davvero importante. A pagina 71 del libro c’è scritto “Il simbolismo è comune e spesso essenziale per capire l’intreccio. Il contesto può contenere degli elementi importanti per capire il significato astratto del simbolo” C’è un esempio a pagina 114, di una bambina che stava leggendo “Sadako and the Thousand Paper Cranes e scopre il significato di un oggetto. Questa bambina ha scritto: “Le gru (cranes) simboleggiano la speranza. Quando ha le gru lei si sente forte nei confronti della malattia e si sente come se potesse guarire.” Quindi un oggetto concreto conduce ad un’idea astratta.

La strategie di cui vi voglio parlare quindi si trova a pagina 212 (Strategia 7.19). Nella pagina, in basso, c’è anche un esempio. 

 

(Jennifer mostra l’infochart) Innanzi tutto dobbiamo NOTARE COSA SI RIPETE Può essere un albero o una gru o l’acqua. Dobbiamo notare se è un oggetto, una persona, un animale, un ambiente e poi dobbiamo fermarci e PENSARE: quali sono le connessioni di questa cosa che si ripete con la storia? Quale idea astratta potrebbe rappresentare?

 

Vediamo come applicare la strategia in un libro che si intitola “MAYBE SOMETHING BEAUTIFUL. Come l’arte ha trasformato un quartiere” . E’ una storia basata su un fatto realmente accaduto, che parla di un quartiere e di una bambina che vive in quel quartiere. E’ una bambina che ama disegnare e ogni volta che vede un pezzo di carta bianco lo riempie di disegni colorati e il suo cuore si riempie di gioia. E un giorno andando a scuola decide di regalare i suoi disegni colorati alle persone che conosce e che trova lungo la strada: il fruttivendolo, la signora con gli occhi che brillano, oppure li incolla sui muri degli edifici,finché incontra un uomo con la tasca piena di pennelli che dipinge sui muri, un disegnatore di murales. Così anche la bambina comincia a dipingere e un po’ alla volta si uniscono altre persone del quartiere. Un po’ alla volta il quartiere si trasforma e diventa bello e colorato.

 

Quello che si nota in questo albo è che c’è uno sfondo grigio e vediamo un po’ di colore. Questo schema si ripete: grigio e poi i colori e quindi c’è da chiedersi cosa potrebbero simboleggiare questi colori. Ovviamente hanno un significato letterale, perché stanno davvero colorando sui muri e rendendo il mondo più bello, ma se vogliamo pensare ad un’idea astratta, vi chiedo: a cosa vi rimandano i colori? Quali connessioni fate? Proprio all’inizio si legge che la sua stanza (della bambina) era piena di colori il suo cuore era pieno di gioia. E anche più avanti quando dice: la strada si stava riempiendo di colori e quindi di gioia. Quindi questi colori probabilmente rimandano a un sentimento di gioia, felicità, vibrazione che derivano dal trasformare un quartiere in un luogo colorato, può essere un simbolo di bellezza, visto che il quartiere diventa più bello. 

Ma la bambina continua a ripetere anche MAYBE, sia all’inizio che alla fine, è la parola finale e quindi i colori potrebbero rappresentare la possibilità, una sorta di speranza o promessa, o un futuro migliore. 

 

Questo è quindi un esempio di come potete insegnare a trovare i simboli e il loro significato-  prima notare ciò che si ripete, oggetti, animali, persone, ambienti, e poi dovete chiedervi a cosa possono fare riferimento e cosa possono rappresentare. 

 

Ora aggiungete i vostri commenti quando leggete oggi e condividete quello che pensate.

 

Vi auguro un buon anno scolastico quando inizierete, spero che continuiate a leggere per voi e che vi prepariate per lavorare con i vostri bambini.


Grazie a Gloria Dicati per la traduzione, a Loredana Semperlotti per la versione italiana dell’infografica, a Michela Griggio e a Loredana per la revisione.

 

1Serravallo in Understanding text and Readers, utilizza una suddivisione dei testi per livelli, a seconda della loro complessità. I livelli vengono contraddistinti da lettere che vanno da J a W, e si riferiscono a  una complessità crescente

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *