Una nuova annata – un’annata nuova

Una nuova annata – un’annata nuova

“Settembre, andiamo. È tempo di migrare”.

L’incipit evocativo ben rappresenta, non c’è che dire, il nuovo inizio della scuola che ogni anno ci apprestiamo ad affrontare. Non tutti scendono “all’Adriatico selvaggio che verde è come i pascoli dei monti”, come i pastori dannunziani destinati a una migrazione stagionale; per qualcuno la situazione si modifica del tutto, ma tutti affrontano ogni anno cambiamenti: chi la scuola o la città, chi il dirigente, chi i colleghi e gli alunni – e questi sempre profondamente cambiati -, chi i compagni e i professori, chi un ciclo di scuola diverso, chi i libri di testo o i romanzi da leggere… Un passaggio a cui non ci si prepara mai abbastanza e che modifica necessariamente un lavoro fatto di relazioni educative, lavoro che evolve con la crescita anagrafica e professionale nostra e di quella delle altre persone con cui lavoriamo. Di conseguenza – in mezzo al resto – anche gli strumenti di cui ci dotiamo evolvono. Compreso il nostro blog, che è pronto a presentare una quarta annata di contributi.

Nei primi tre anni abbiamo costruito un repertorio di articoli organizzati attorno a temi mensili e a macro categorie, reperibili nell’indice dei tag. Abbiamo costruito un gruppo di lavoro e un planning annuale di pezzi imitando una redazione di magazine online. Ci siamo dati appuntamento generalmente ogni lunedì per un nuovo contributo arrivando a pubblicare 191 articoli, ospitando un totale di oltre 900 mila visite. Numeri che mai avremmo pensato di raggiungere, che ci gratificano e ci responsabilizzano.

Ora siamo pronti a cambiare la nostra proposta, per renderla più flessibile ed efficace ai vari tipi di lettori del blog. Abbiamo in cantiere una nuova annata articolata non più per temi bensì per rubriche, germogliate rileggendo quanto abbiamo raccolto finora, con la stessa operazione di quando sfogliamo il taccuino a caccia di tesori e di nuove idee da sviluppare. Le lanceremo una alla volta e le potremo riorganizzare con i tag, che diventeranno l’indice tematico per offrire itinerari trasversali: alcuni ne suggeriremo noi via via, molti altri sarà possibile costruirli in autonomia, attivando connessioni e riflessioni nuove. Accanto ad esse continueremo a proporre racconti dalle classi per offrire buone pratiche con cui ciascuno può efficacemente confrontarsi. 

Non resta che ringraziare tutti voi per la fedeltà e lo stimolo a proseguire nella disseminazione di un approccio alla didattica della lettura e della scrittura che ha modificato profondamente noi e quindi i nostri studenti e le nostre studentesse, che si meritano sempre – nonostante i cambiamenti – la scuola migliore possibile.

Che sia per tutte e per tutti un anno scolastico buono.

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *