Tema del mese: Ottobre – La poesia

Tema del mese: Ottobre – La poesia

Ottobre: l’autunno è cominciato. I colori mutano, i paesaggi si trasformano e nuovi odori arrivano fino a noi. Abbiamo pertanto scelto di dedicare il tema del mese alla poesia, sia da leggere sia da scrivere. Non a caso alcuni maestri americani del WRW suggeriscono proprio di dedicare a questa forma i primi mesi del laboratorio, perché allena al gusto delle parole.

Il primo articolo parlerà proprio di questo: donare ogni giorno parole intrise di bellezza, parole da assaporare e su cui trovare connessioni con il proprio essere. Una pratica didattica molto importante che qui viene raccontata, dalla sua programmazione alla realizzazione.

Nel secondo articolo verrà riportata un’esperienza di incontro tra Writing and Reading Workshop per immergersi nelle poesie di Ungaretti. Il racconto vivo di un’esperienza di classe che ha portato all’osservazione e alla pratica del “ridurre all’osso”, tanto complessa quanto efficace.

Chiuderemo il mese con un pezzo che mette in luce l’importanza del momento della condivisione (share time), per creare e rafforzare il senso di appartenenza ad una comunità di lettori e scrittori. Una parte fondamentale della sessione che però, soprattutto all’inizio, rischia di essere tralasciata o proposta sporadicamente.

E poi, chi può dirlo? Ottobre ha tanti frutti in serbo: chissà che non ne offra anche altri ai lettori di questo blog.

Nel frattempo dal nostro scrigno di materiali vi segnaliamo due contributi:

Siamo un gruppo di docenti di Lettere della Scuola Primaria, Secondaria di Primo e Secondo grado provenienti da regioni, città e scuole diverse.
Ci accomunano la passione per l’insegnamento, la voglia di metterci in gioco ed il desiderio di fare dei nostri studenti scrittori competenti e “lettori a vita”.

Condividi


2 thoughts on “Tema del mese: Ottobre – La poesia”

  • Non riesco a condividere l’articolo via FB. Mi fa condividere l’intero link al sito, ma non Ottobre mese della poesia.
    Vi seguo con vivo interesse, articoli sempre belli e molto chiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *